Come fare ricerche di mercato e scoprire una nicchia redditiziaAspiranti imprenditori e proprietari di piccole imprese sono spesso indotti in errore o fuorviati su come condurre correttamente le ricerche di mercato per scoprire una nicchia redditizia.

Per quasi tutti, il sentiero intrapreso è quello di usare uno strumento di parole chiave o un database per iniziare la ricerca.

Posso dire con esperienza di prima mano che i database di parole chiave non sono certo il primo posto dove guardare e non devono essere nemmeno considerati. Ecco perché.

I database di parole chiave principali che sono attualmente a disposizione del pubblico rispondono solo sulla ricerca che si basano su una quantità limitata di dati che rappresenta l’1% – 2% delle ricerche effettive che le persone fanno in tutto il mondo. Essi possono solo prevedere la vera maggioranza delle ricerche che vengono eseguite sui cinque grandi motori di ricerca come Google, MSN, Yahoo, Bing e Ask.com che detengono il 97% -98% dei dati di parole chiave.

Quello che ne consegue è che la parola chiave di ricerca mostra solo quello che la gente sta usando nei motori di ricerca per cercare le risposte (frasi chiave), non quello che la gente realmente compra su internet. Se, per esempio, un gruppo di persone ricerca attraverso termini o nomi di marchi specifici, non significa che acquistano. Questa è una distinzione fondamentale che molti imprenditori e titolari di aziende tendono a sorvolare.

Quando si ricerca una nicchia di mercato redditizia, l’obiettivo primario dovrebbe essere basato sulla ricerca di prove di un gruppo di compratori affamati e rabbiosi che sono disposti a spendere dei soldi per un servizio o un prodotto (informazione, fisico o digitale). Senza questo qualificatore cruciale, si può avere il più grande prodotto del mondo, ma può essere tagliato fuori da un mercato adeguato.

Questo articolo presenta una serie di grandi sorgenti d’analizzare che forniscono un valido metodo per scoprire un vero e proprio mercato redditizio esistente e applicare tutte le risorse in un proprio sito web.

Una volta stabilito e individuato un mercato che contiene i segni di un adeguato fermento commerciale, quello è il posto giusto dove muoversi e, solo così si possiede un motivo degno per approfondire un servizio di ricerca di parole-chiave e scoprire quali frasi-chiave la gente usa per trovare il mercato scelto per lo scopo.

Cominciamo guardando come identificare un mercato redditizio.

Riviste

Uno dei migliori modi per trovare i segni di un mercato davvero redditizio è attraverso le riviste di settore. Se un editore ha abbastanza soldi per stampare e far circolare un magazine ricco di colore, saranno presenti degli inserzionisti che probabilmente supportano il finanziamento del magazine per far circolare tutte le copie e, quindi, significa che esiste un commercio apposito per i prodotti pubblicizzati.

Ora, questo può portare a chiedersi se non ci sia troppa concorrenza in una rivista con così tanti inserzionisti intenti a vendere. In realtà, avere tanta concorrenza è un grande segno; significa che c’è una quantità sufficiente di clienti che acquistano ed una porzione di torta considerevole per essere presente in quel mercato. Se invece c’è poca concorrenza,  può essere che, (1) non c’è il prodotto adeguato in quello spazio; o (2) non avere un mercato relativo per cominciare. Più grande è la concorrenza, maggiore è il numero di ricavi che si sarà in grado di afferrare.

Se non si volesse andare dal giornalaio, si può visitare il sito Magazines.com e scoprire un numero considerevole delle diverse categorie per trovare un argomento redditizio o settore in cui iniziare una percorso di nicchia online.Quello in cui bisognerà concentrarsi sarà sul numero di abbonati ad ogni rivista e per quanto tempo la rivista è in stampa a fini di stabilità.

E’ importante fare una lista di riviste che si desidera esaminare e poi andare a caccia in una di quelle grandi edicole dedicate che copre quasi tutte le riviste su ogni argomento.

Per avere uno sguardo migliore a ciò che le persone stanno comprando nel mondo online, è necessario decidere, in ultima analisi, se si desidera rappresentare prodotti fisici o digitali.

Prodotti fisici

Online esistono due enormi mercati che sono massicciamente trafficati, muovono un sacco di prodotti e sono luoghi ideali per trovare ciò che le persone stanno realmente comprando.

Cominciamo con il primo grande marketplace …

eBay

Su eBay è possibile navigare attraverso un elenco dei prodotti più popolari che la gente sta comprando attraverso aste o nei negozi eBay.

Amazon.com

Un altro grande mercato è Amazon e non è solo limitato ai libri. È possibile trovare praticamente qualsiasi prodotto e il nome del marchio, che diventa un motore d’incremento. Anche su questo sito, bisogna guardare i prodotti più popolari di quelle categorie che catturano l’attenzione.

Prodotti digitali

Se si desiderasse vendere  prodotti di natura digitale che non richiedono l’inventario e che di solito portano elevati margini di profitto per gli affiliati, un buon consiglio è di controllare il mercato digitale di Clickbank che classifica vendite di prodotti dal più alto al più basso di ogni categoria.

Basta sfogliare le categorie su Clickbank.com e si troveranno le proposte più importanti di prodotti digitali, informazioni, software e servizi di abbonamento che si trovano sulle liste migliori.

Una volta che si raccolgono le adeguate ricerche di mercato, è possibile eseguire una delle seguenti operazioni:

• Creare un negozio online basato su prodotti fisici e merci (richiede l’inventario)

• Vendita attraverso aste di eBay o nei loro negozi online (richiede l’inventario)

• Creare un sito che rappresenta i fornitori come affiliato (richiede nessun inventario)

Dopo aver utilizzato almeno due delle quattro opportunità di cui sopra, si può essere certi di aver svolto un’adeguata ricerca di mercato per scoprire la “prova positiva” di ciò che la gente sta comprando e, quindi, un mercato di nicchia redditizia.

È quindi possibile creare rapidamente un sito non-complesso con una semplice offerta di prodotti, per alcune parole chiave a basso costo da utilizzare in una campagna Google Adwords con una spesa minima di 50 euro per testare il mercato e vedere il risultato.

Se il test porta un ricavo, il che significa che ha prodotto un profitto, sarà possibile investire più energie, condurre una più ampia ricerca di parole chiave e di spendere di in pubblicità. Qualora i risultati non producessero profitto, testare un altro mercato fino ad arrivare all’obiettivo prefissato.

Credo che questo articolo contenga informazioni sufficienti per insegnare a sviluppare una ricerca di un mercato redditizio con profitti senza limiti.

Tags: , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Strategie Avanzate

COME INCREMENTARE I TUOI GUADAGNI ATTRAVERSO LE AFFILIAZIONI CON LE:

 "STRATEGIE AVANZATE"

coverDESCRITTE IN MODO CHIARO, SEMPLICE E VELOCE! 

Scarica subito Gratuitamente!

UA-34198986-1